Sette idee per Napoli

Idee grandi e piccole, ma fattibili. Certo, ci vuole impegno, e volontà...

Creata il 6 febbraio 2013 - 09:51

Tags

Hit it! 7
653 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

gimoretti

  • 46 liste
  • 2 following
  • 12 follower
Follow me

7 Sette idee per Napoli

Un festival delle associazioni culturali

Una grande rassegna annuale, dove gli esponenti del grande motore privato della cultura e del volontariato possano conoscersi, confrontarsi, stabilire azioni comuni e partenariati; confrontarsi con le istituzioni; raccontarsi al pubblico, e da questo raccogliere idee e finanziamenti, secondo il modello del crowdfunding. Il progetto potrebbe poi stimolare l’aggregazione e la partecipazione giovanile (nella foto un evento organizzato dall'associazione No.Stra.Na.)

6 Sette idee per Napoli

Un mercato multietnico

Al pari di tante metropoli, Napoli è diventata ormai una città multietnica. Reperire un’area dove raccogliere, razionalizzare e controllare le mille manifestazioni (in maggiorparte oscure) del commercio extracomunitario. Riportare alla legalità una delle attuali espressioni del degrado sociale, sfruttandone la potenzialità economica, magari con il meccanismo del porto franco, con tassazione ad hoc. Dall’altra parte reprimere con fremezza, e costanza, tutto ciò che si pone al di fuori di questa struttura.

5 Sette idee per Napoli

Un palazzo della musica

Napoli è una delle capitali mondiali della musica (e del teatro). Immaginare una struttura che possa contenere gran parte delle attività legate a questo mondo, che sfrutti tradizione e vocazione centenarie. Studi di registrazione, sale prova, auditorium, sale per corsi musicali, archivi digitali, e un museo della canzone napoletana. Tutto tenendo conto del grande cambiamento che consumo e produzione della musica hanno subito con l’avvento dell’era digitale (nell'immagine il progetto del Musicarium, sull'area del vecchio sferisterio, dello studio Altromodo).

4 Sette idee per Napoli

Mappe della legalità

Un sistema che permetta agli stessi cittadini di segnalare le varie illegalità, dividendole per tipi, sfruttando programmi già esistenti come ad esempio googlemaps, porterebbe alla creazione di mappe consultabili (oltre che dagli altri cittadini) dalle amministrazioni e dalle forze dell'ordine. Guardate ad esempio questo link, con una mappa dei parcheggiatori abusivi:
http://g.co/maps/hxskj
il progetto è esposto molto bene sul forum "idee per napoli", sulla pagina
http://ideenapoli.forumfree.it/?t=61887394

3 Sette idee per Napoli

Una web factory a Scampia

In web we trust: al di là delle bolle, il web ha un enorme potenziale: perché ha una grande presa sui giovani, ed è una porta sul mondo, le cui opportunità permette di conoscere e di avvicinare. Una struttura sperimentale, contenente corsi di web design e web marketing, un laboratorio di start up, dal concept alla realizzazione. I costi strutturali sarebbero limitati, e magari si potrebbe chiedere il sostegno delle Big Companies del settore (che potrebbero finanziare dei progetti specifici, e offrire delle job-opportunities ai giovani)

2 Sette idee per Napoli

Il lungomare attrezzato

Napoli è stata, per decenni, una città di mare a cui il mare era negato. Ma mettere due transenne a via Caracciolo, limitarsi a chiudere una strada, a solo vantaggio dei pedalò(!) e dei vucumprà, fregandosene del resto, è assurdo. Un progetto integrato, per una vera passeggiata attrezzata, dotata di illuminazione e arredo, punti di ristoro e negozi, librerie, aree per lo sport e lo spettacolo, delle terrazze a mare… I fondi potrebbero derivare dagli stessi privati coinvolti, in cambio delle concessioni. Poi un sistema di navette elettriche. Un bando ad hoc renderebbe obbligatoria la presenza di “piccoli” distributori, che pagherebbero meno dei”grandi”. Il tutto potrebbe essere realizzato con strutture leggere, all’occorrenza rimovibili; riguardo alle strutture, un intero filone della nuova architettura sfrutta da anni, con risultati notevoli, i moduli dei container...che dopo tutto sono un elemento della memoria di una città portuale..(nella foto il progetto di uno spazio commerciale per Puma, fatto da Lo-Tek)

1 Sette idee per Napoli

Un assessorato alla Cura

Anni fa, l’associazione “Decidiamo insieme” ipotizzò un’istituzione del genere. Mi sembra un’ottima idea. Ma “la Cura” (ricordate la canzone di Battiato?) dovrebbe essere un’istituzione che, più che limitarsi ad una manutenzione dei luoghi, agisca sulle coscienze delle persone: trasmettere il significato di bene collettivo, e il piacere, e la convenienza, a salvaguardarlo. I napoletani sono refrattari a questo argomento? Non è vero, basta ricordare i pochi, felici mesi dopo il G8 del ’94, con la città riscoperta dai suoi abitanti. Perché non coinvolgere (gratis) personaggi famosi, napoletani, trasversali socialmente e anagraficamente, come testimonial di una campagna per una nuova educazione civica? Immaginate Siani che sfotte quelli che sporcano la città…

Chiudi

Prima di scoprire il numero 1
registrati gratis ed entra a far parte
della comunità di Sevenhits.
Potrai conoscere persone
che hanno le tue stesse passioni.

Ti piace questa lista? Clicca Hit it! per farla diventare popolare!

Ti piace?

Hit it!
- oppure -

Non è il tuo genere?

Rispondi con la tua versione

Questa lista fa parte di una superlista fatta da 11 partecipanti.

Vai alla superlista

Commenta