La moda del jogging: 7 improbabili tipi di runners.

Avviso: questa é una lista snob, molto snob, di quelle con la puzza sotto il naso. Ma me lo posso permettere, corro da oltre trent’anni, tempi in cui nella mia città rischiavi dalle pernacchie alla vita, per farlo.
Lo so, dovrei essere contento di questa piccola rivoluzione culturale e salutista, che porta tutti, ma proprio tutti, sulle strade.... eppure... é proprio così?

Qualche piccolo consiglio: 1)per correre, bisogna saperlo fare, altrimenti fa più male che bene. 2) respirate a tempo con il passo, parlate poco o punto. 3)per correre bastano le scarpe giuste, e coprirsi bene in funzione del tempo: più trendy sarete, e meno atleti sembrerete.

Creata il 5 luglio 2015 - 12:02

Tags

Hit it! 1
1474 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

gimoretti

  • 46 liste
  • 2 following
  • 12 follower
Follow me

7 La moda del jogging: 7 improbabili tipi di runners.

Il palestrato.

Egli corre di solito a torso nudo, con l'intento di mettere in mostra tatuaggi e pettorali (notoriamente i muscoli più facili da pompare), anche se "corre” è una parola grossa dal momento che, più pratico di sforzo anaerobico che aerobico, egli praticamente cammina, al massimo trotterella, di solito con la maglietta, perfettamente inutile, in mano, la schiena pluritatuata esposta senza protezione anche al sole più forte, e che perciò gli procura subito un simpatico colore trigliesco.

6 La moda del jogging: 7 improbabili tipi di runners.

La péreta.

La péreta: (Volg. dial.: scorreggia, fig. femmina vanitosa e insulsa, a cui piace essere al centro dell'attenzione). Ella si distingue solitamente per alcune caratteristiche principali: il trucco, del tipo prodotto dalle case che fanno mute subacquee e altre cose per palombari, in tinta fosforescente intonata ai pantaloncini; il telefonino, dal quale non stacca nemmeno per un momento il suo orecchio, non già per la musica, ma per 'parlare'. Ora, lo sanno anche le pietre che se parli non puoi allenarti 'veramente', eppure lei più tardi alla festa racconterà che ha corso più di un'ora e mezza.

5 La moda del jogging: 7 improbabili tipi di runners.

L'ammacchiato.

L'ammacchiato (slang: l'imboscato). É il più subdolo del gruppo, in quanto egli vorrebbe correre, non ce la fa (come molti degli altri, del resto), ma non lo vuole dare a vedere. Dunque, s'inventa una tenuta che ne dissimuli l'intento agonistico e si veste "normale", con l'unico particolare rivelatorio delle scarpette da corsa. Quello lo tradisce, e la particolare andatura che gli imprime sul volto una deformazione che non può essere, no, non può, quella di uno che passeggia.

4 La moda del jogging: 7 improbabili tipi di runners.

La coppia agée.

Essi fanno tenerezza, o meglio il lui della coppia ispira un misto di rabbia e tenerezza, perché chiaramente succube di lei, laddove preferirebbe sprofondarsi nella poltrona del tinello a guardarsi quella roba dei pacchi in tv, piuttosto che scendere in strada con quella ridicola mise, alla sua età, poi.
Lo vedi invece tre passi dietro di lei, succube e paonazzo.

3 La moda del jogging: 7 improbabili tipi di runners.

Il gadgettaro.

Egli/ella si distingue per essere apparecchiato/a con tutti gli ammenicoli possibili, i più trendy che il mercato per corridori fessi propone, software compresi. Lo/a vedi a distanza con l'iphone illuminato nella fascia sul braccio, lo/a senti a distanza perché ha aperta ad alto volume la app che gli dice ogni secondo quanti metri, quante calorie ha consumato, che neanche il preparatore atletico a Usain Bolt.
Poi con inusitata fierezza ti pubblica su feisbuc le sue conquiste agonistiche: 1,2 km a 4km/h di media. In discesa.

2 La moda del jogging: 7 improbabili tipi di runners.

Il neofita.

Mediamente over 40, magari separato o divorziato o cmq in crisi di mezza età, da ragazzo non ha mai mosso un passo, ora egli si butta nel jogging a capofitto. E meglio farebbe a buttarsi da una rupe, perché il risultato non si può guardare: scoordinato al limite dell’autolesionismo (per le sue articolazioni), si ostina a correre con le mani impegnate da telefonini, chiavi della macchina e/o Ipod, o a mettere kway antitraspiranti che dopo nemmeno un km gli procurano un principio di collasso.

1 La moda del jogging: 7 improbabili tipi di runners.

Il maniaco.

Nelle mattine presto d'inverno, che sono ancora notti, quelle che piove che Dio la manda, quelle in cui maledici il tuo lavoro che ti costringe a lasciare le calde federe per l'umido di strade allagate e deserte, egli é lì, a correre.
Ma neanche per un secondo gli si invidiano determinazione e costanza, se il primo impulso é quello di accostargli vicino, malgrado pioggia e gelo abbassare il finestrino, e chiedergli: "perché?!"

Chiudi

Prima di scoprire il numero 1
registrati gratis ed entra a far parte
della comunità di Sevenhits.
Potrai conoscere persone
che hanno le tue stesse passioni.

Ti piace questa lista? Clicca Hit it! per farla diventare popolare!

Ti piace?

Hit it!
- oppure -

Non è il tuo genere?

Rispondi con la tua versione

Commenta