I più grandi concerti rock dal vivo.

Per ”grandi”, qui non intendo necessariamente i più belli dal punto di vista musicale, ma i più importanti e significativi per la storia della musica rock. Insomma quelli di cui ognuno avrebbe voluto dire: “io c’ero”.

Creata il 13 settembre 2013 - 11:37

Tags

Hit it! 3
630 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

gimoretti

  • 46 liste
  • 2 following
  • 12 follower
Follow me

7 I più grandi concerti rock dal vivo.

Neil Young - Live at Massey Hall, 19 gennaio 1971

Ecco uno dei più grandi one man show (acustico) di sempre. La cosa incredibile è che il concerto sia stato pubblicato solo nel 2007, 36 anni dopo.
I “lucky few” che vi assistettero ebbero una panoramica passato-presente-futuro di Young, dal momento che alcune canzoni vennero pubblicate anche fino a tre anni dopo.
Ma al di là della bellezza di tutti i pezzi presentati, Young appare qui per quello che è: uno dei più grandi performer dal vivo di tutti i tempi.

6 I più grandi concerti rock dal vivo.

Nirvana – MTV Unplugged, 18 novembre 1993

Certo, conoscendo la fine di Cobain, quattro mesi dopo, è facile ora trovare collegamenti con il concerto realizzato per MTV. Ad esempio, nel fatto che volle una scenografia che ricordasse un funerale.
Meno banalmente, l’intenzione, il mood che sembra stare dietro la performance è una ricerca di sincerità, di profondità. Lontana da quella di una band che vuole promuovere i suoi hit. Ecco perché dei loro hit i Nirvana ne suonano pochi (in compenso ci sono le cover di Bowie, come ‘The Man Who Sold The World‘). Ecco perché si fanno accompagnare da una band quasi sconosciuta, i Meat Puppets.
Questo concerto è un testamento.

5 I più grandi concerti rock dal vivo.

Led Zeppelin – Live at The Royal Albert Hall, 9 gennaio 1970

Nel tempio dell'Opera e della musica classica londinese, un giorno di gennaio del '70, precisamente il 26° compleanno di Jimmy Page, esplode il rock degli Zeppelin.
Scenografia e luci sono ridotte al minimo, le riprese quasi buie, Plant inizia con un semplice “good evening”, e finisce con un “thank you, thank you, goodbye”.
In mezzo però, uno dei concerti rock più belli e genuini di tutti i tempi.

4 I più grandi concerti rock dal vivo.

Bob Dylan – Newport Folk Festival, 25 luglio 1965

Quello che “Dylan went electric”. Cioè la svolta elettrica, dopo anni solo acustici, che divise il pubblico a metà tra “boo” e “wow”. Tanto che dopo soli tre pezzi Dylan e la sua band smisero di suonare, e rientrarono nel backstage. Dylan sarebbe poi uscito ancora, a suonare un set acustico ma, ormai, il dado era tratto.
Molti lo considerarono un tradimento alle sue origini, al folk di cui era il profeta, una scelta puramente commerciale insomma. Fu invece la libera scelta di un artista che non voleva rimanere ingabbiato in un ruolo, che voleva provare nuove strade. Fu la sua salvezza.

3 I più grandi concerti rock dal vivo.

The Who – Live At Leeds, 14 febbraio 1970

“Freschi” di Woodstock, gli Who fissano due date nello Yorkshire per promuovere la loro (prima) opera rock, “Tommy”. I 2.000 spettatori del refettorio dell’università sono poca cosa rispetto alle centinaia di migliaia del concerto americano. Meglio così: assisteranno aquello che “Rolling Stones” ha definito il più grande live di tutti i tempi.
I quattro sono indiavolati: ascoltare la versione –quasi 15 minuti- di “My generation”, per credere.

2 I più grandi concerti rock dal vivo.

Jimi Hendrix – Woodstock Festival, 18 agosto 1969

Erano le prime ore del mattino di lunedì. La pioggia, e gli innumerevoli problemi logistici avevano “decimato” il pubblico da 500.000 persone a 180.000. Hendrix inizia il set più lungo della sua carriera, culminandolo con una lancinante versione di ‘The Star- Spangled Banner’. Il gruppo si danna per tenere il suo ritmo. Per qualcuno l’apice della storia del rock, e l’inizio della sua fine.
In ogni caso, qui si mescolano una delle più grandi performance con uno dei più grandi eventi musicali e sociali del secolo.

1 I più grandi concerti rock dal vivo.

The Beatles – Apple Rooftop, 30 gennaio 1969

Immaginate di stare passeggiando dalle parti di Savile Row, intorno all’una del pomeriggio. Immaginate di riconoscere, nell’aria, i suoni e le voci della vostra band preferita, che poi, tra l’altro, è la più grande band di tutti i tempi. Sarà certamente una radio, vi dite, ma senza neanche capire il perché, vi sorprendete ad accelerare il passo, verso l’origine della musica.
Ora correte.
Ora vi fermate, e non potete credere ai vostri occhi. Loro sono lì, sul tetto. E voi, con loro, siete davanti alla Storia.

Il Rooftop Concert durò 42 minuti, il tempo di suonare ‘Get Back’ (3 volte), ‘Don’t Let Me Down’, ‘I’ve Got a Feeling’, ‘One After 909‘ e ‘I Dig a Pony‘, prima che due giovani e impacciati agenti di polizia lo interrompessero. Paul, a quel punto improvvisa sulle note di ‘Get back’ : “Avete suonato un’altra volta sul tetto, e non è bello, lo sapete che a Mamma non piace, e che vi farà arrestare. Tornate indietro!” e ringrazia la moglie di Ringo che applaude.
John, che si era allontanato dal microfono, a questo punto torna, e dice: “Vorrei dirvi ‘grazie’ a nome del gruppo e di noi tutti, spero che abbiamo superato l’audizione!”
Erano oltre quattro anni che i Beatles non suonavano dal vivo. Di lì a pochissimo si sarebbero sciolti.

Chiudi

Prima di scoprire il numero 1
registrati gratis ed entra a far parte
della comunità di Sevenhits.
Potrai conoscere persone
che hanno le tue stesse passioni.

Ti piace questa lista? Clicca Hit it! per farla diventare popolare!

Ti piace?

Hit it!
- oppure -

Non è il tuo genere?

Rispondi con la tua versione

Commenta