Roma: 7 luoghi da "La grande bellezza"

C'è un altro grande protagonista, in questo film: Roma.

Creata il 26 maggio 2013 - 22:18

Tags

Hit it! 1
4732 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

giancarlo

  • 79 liste
  • 18 following
  • 30 follower
Follow me

7 Roma: 7 luoghi da "La grande bellezza"

Parco degli Acquedotti

Nella scena della performance, Anita Kravos interpreta l’artista che corre contro uno dei muri dell’acquedotto Claudio, uno dei sette compresi nel Parco degli Acquedotti, che si estende per 240 ettari nei pressi dell’Appia Antica.
Gli acquedotti furono realizzati in epoca romana e papale, sei sono in elevato, uno è sotterraneo.

6 Roma: 7 luoghi da "La grande bellezza"

Villa del Priorato dei Cavalieri di Malta

Una delle scene più belle del film è quando l’”affidabile” Giorgio Pasotti accompagna la coppia in una visita notturna dei palazzi più belli di Roma.
Le opere d’arte vengono per un attimo rischiarate dal lume della guida, per poi ritornare nell’oscurità, come delle apparizioni.
La passeggiata inizia con la sbirciata (molto da turisti, a dire il vero) attraverso il misterioso portone del Priorato, sull’Aventino. L’ingresso della Villa, che gode di extraterritorialità essendo l’ambasciata dell’Ordine, costituisce, insieme alla piazzetta sulla quale si affaccia, l’unica architettura realizzata da Piranesi. Il quale decorò tutto con trofei di guerra legati alle imprese dei cavalieri (tra l’altro, lo stesso luogo secoli prima era stato anche la sede dei Templari) e gli stemmi dei Rezzonico, alla cui famiglia apparteneva il cardinale che commissionò l’opera.
Un piccolo, magico, posto.

5 Roma: 7 luoghi da "La grande bellezza"

Sant’Agnese in Agone, Piazza Navona

La scena è quella in cui Jep accompagna Isabella Ferrari a casa, e le chiede che la lavoro fa. “Sono ricca”, risponde lei.
E infatti la casa in cui abita è sontuosamente adagiata ad un capolavoro borrominiano, la chiesa di S. Agnese in Agone, appena di fronte la fontana dei Quattro Fiumi del collega-rivale Bernini, in piazza Navona.
La rivalità tra i due massimi esponenti del Barocco sviluppò una serie di famose storielle sulle statue dei fiumi e di S.Agnese, tutte falsissime, dal momento che la fontana fu costruita prima della chiesa (ad esempio, il Nilo di Bernini che si copre il volto per non dover vedere la “bruttura” di Borromini davanti a sé: in realtà la postura voleva significare le origini allora ignote del fiume).
Un’altra falsa leggenda riguarda la piazza, che era un antico stadio, cioè il luogo che ospitava le gare degli atleti, e non certo delle battaglie navali.
La chiesa presenta una facciata concava, uno dei temi preferiti del barocco e di Borromini: alternando concavità e convessità si introduce una sorta di movimento perpetuo, mentre la concavità centrale permette di far risaltare la cupola.

4 Roma: 7 luoghi da "La grande bellezza"

Terme di Caracalla

La giraffa è un animale elegante e delicato insieme, dunque un perfetto simbolo di bellezza. Se poi scompare con la stessa facilità miracolosa con cui era apparso, l’intera metafora si chiude.
Per questa scena, che prelude all’addio dell’amico (Carlo Verdone), lo scenario è costituito dalle Terme di Caracalla. Realizzate all’inizio del III secolo sull’Aventino, potevano ospitare oltre 1.500 persone, per lo più appartenenti al popolino del vicino quartiere.
Qui sono state rinvenute opere importantissime, come il gruppo Farnese (il Toro, l’Ercole, la Flora) ora all’Archeologico di Napoli.

3 Roma: 7 luoghi da "La grande bellezza"

Fontana dell'Acqua Paola, Gianicolo

Il Gianicolo è un posto bellissimo. E forse è proprio questa bellezza a sopraffare il turista che si sente male e crolla a terra, nella scena iniziale del film.
E’ girata qui, accanto alla terrazza dove a mezzogiorno viene sparato un colpo di cannone a salve, e dalla quale si ha una fantastica vista della città.
La fontana (“il fontanone”) si chiama così perché costituisce l’elemento terminale dell’acquedotto realizzato da papa Paolo V, nel’600, per portare acqua alla parte occidentale di Roma.

2 Roma: 7 luoghi da "La grande bellezza"

Palazzo Spada, Galleria Prospettica

Borromini era un genio, e la galleria prospettica di Palazzo Spada ne è la prova.
Il palazzo era stato costruito quasi un secolo prima, quando il nuovo proprietario, il cardinale Bernardino Spada, incarica l’architetto di modificarlo.
Tra i vari interventi, Borromini progetta e realizza dunque questo, una sorta di trompe-l’oeil architettonico, in cui una piccola galleria (8m) posta nella corte interna del palazzo, sembra molto più lunga (37m): l’illusione, realizzata con la consulenza di un matematico, è provocata dal pavimento in salita, mentre la lunga volta a botte si abbassa, e le colonne binate sui due lati si rastremano e si infittiscono verso il punto terminale, l’uscita su di un piccolo giardino. Qui, una statua apparentemente ad altezza naturale è alta solo 60 cm…

1 Roma: 7 luoghi da "La grande bellezza"

Tempietto di San Pietro in Montorio

Uno dei capolavori del Bramante, e dell’intero Rinascimento.
Già a quell’epoca divenne un modello, per le proporzioni perfette (ad esempio la cupola, che è una semisfera, ha la stessa altezza del tamburo che la sorregge) e per la naturalezza con la quale la sua architettura si fonde alla simbologia: la cupola sovrasta il “sacello” (cioè lo spazio principale a pianta circolare), che a sua volta è posto sopra la cripta (il luogo dove si nasconde la bambina nel film); la sequenza di questi tre spazi sta a rappresentare le tre fasi della Chiesa: quella delle Catacombe (la cripta), quella attuale (il sacello), quella che assurgerà alla Gloria di Dio (la cupola).
Il progetto prevedeva che fosse posto al centro di un cortile anch’esso circolare, prolungando così quel senso di simmetria e perfezione ricercato.
Ma la perfezione, come la bambina/coscienza nascosta potrebbe dirci, non è di questo mondo…

Chiudi

Prima di scoprire il numero 1
registrati gratis ed entra a far parte
della comunità di Sevenhits.
Potrai conoscere persone
che hanno le tue stesse passioni.

Ti piace questa lista? Clicca Hit it! per farla diventare popolare!

Ti piace?

Hit it!
- oppure -

Non è il tuo genere?

Rispondi con la tua versione

Commenta