Right place at the right time: 7 momenti irripetibili che vorrei aver vissuto.

Il posto giusto nel momento giusto: esistono, nella Storia, momenti speciali -quasi come delle particolari congiunzioni astrali- in cui nello stesso luogo si coagulano le migliori espressioni dell'uomo, le menti più geniali, gli eventi più determinanti.

E' come un corto-circuito della cultura, reso possibile da fenomeni che in realtà si sono lungamente e nascostamente sedimentati, per poi esplodere, in tutta la loro vitalità, e virulenza positiva.

La moderna scienza delle reti potrebbe spiegare questi fenomeni attraverso una legge matematica, dimostrando che tutto dipende dal picco di interconnessione che si raggiunge all'interno di un particolare network (ad esempio, quello degli artisti d'avanguardia), stimolato da alcuni "hub" (i personaggi di riferimento... ad esempio, Picasso).

Ma a noi piace pensare che si tratti di pura e semplice magia.

Creata il 6 dicembre 2013 - 18:16

Tags

Hit it! 2
1069 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

giancarlo

  • 79 liste
  • 18 following
  • 30 follower
Follow me

7 Right place at the right time: 7 momenti irripetibili che vorrei aver vissuto.

Vienna 1890-1910. Tra Secessione e psicanalisi.

Giusto al tramonto del suo Impero, Vienna, la città più europea di tutte, tocca il suo apice, un vero e proprio stato di grazia.
Come nel meccanismo di un maestro orologiaio, i fermenti delle piú antiche espressioni della cultura (l'arte di Klimt, Schiele, Kokoschka, l'architettura di Olbrich, Hoffmann, Wagner, la musica di Mahler, Lehar) si uniscono a quelli di nuove discipline (la psicanalisi di Freud, le arti applicate, progenitrici del design).
Mai, in così pochi anni, nello stesso luogo, era successo qualcosa di simile.

6 Right place at the right time: 7 momenti irripetibili che vorrei aver vissuto.

Roma 1950/1965. Il nuovo cinema.

L'Italia della rinascita, più che quella del "boom". L'Italia che si impossessa del cinema mondiale, diventandone la voce più fresca, profonda, commovente, immaginativa: il frutto di menti fervide e scanzonate. Perché questa é l'idea che mi sono fatto di loro: che si divertissero, tutto sommato. La dimensione artigianale, pseudo-dilettantesca, era in realtà la condizione necessaria perché le idee potessero concretizzarsi.
In due parole, libertà e leggerezza.

5 Right place at the right time: 7 momenti irripetibili che vorrei aver vissuto.

New York, 1945-1955. Ladies and gentlemen, the Jazz.

Manhattan, più precisamente, la 52esima strada ovest, o: come uscire per locali, una sera, e ascoltare contemporaneamente e nell'arco di pochi isolati, Parker e Powell, Gillespie, Billie Holiday, Tristano, Young e Monk, il giovane Miles Davis.
Magari pagargli un bicchiere, o negargli i dollari per una dose: oggi saremmo capaci di riconoscere, anche così, bellezza e genio?
(nel video, una scena di Bird, il film di Eastwood su Charlie Parker)

4 Right place at the right time: 7 momenti irripetibili che vorrei aver vissuto.

Roma, 1599-1680. Il Barocco.

1599-1680: nasce e muore Gianlorenzo Bernini; Borromini era nato un anno prima. Queste due figure si stagliano con la loro grandezza, ma anche con le loro meschinità, su di un contesto ricchissimo anche di altre figure quali Maderno, Fontana, i Rainaldi.
Proprio così: tanto oggi ci appare algida, d'una bellezza ultraterrena e perfetta la "scena barocca" che seppero allestire, tanto fu umana, dolorosa ed esaltante, persino violenta, la storia che la caratterizzò.

3 Right place at the right time: 7 momenti irripetibili che vorrei aver vissuto.

Parigi, anni '10 e '20. Le Avanguardie.

La seconda Rivoluzione Francese. Come Roma secoli prima, la città calamita artisti o sedicenti tali da ogni dove. La Fame spesso si trasformerà in Gloria, anche se postuma.
(nella foto di Jean Cocteau, Modigliani, Picasso, Salmon a Montparnasse nel 1916)

2 Right place at the right time: 7 momenti irripetibili che vorrei aver vissuto.

Londra, 1962- 1970. The Swinging London.

1962: anno del rientro dei Beatles da Amburgo, prima incisione per la EMI. 1970: scioglimento del gruppo.
Beatles, Rolling Stones, Who, Pink Floyd, Small Faces, Kinks, Yardbirds, Cream... può bastare?!

1 Right place at the right time: 7 momenti irripetibili che vorrei aver vissuto.

New York, anni '70. Soho dopo il Village, inizia la Febbre.

New York negli anni '70 era una delle città più pericolose del mondo, ma anche la più vitale di tutte.
La scena artistica, quella musicale, il cinema dei giovani leoni, si univa ad un enorme voglia di vivere, quella delle feste esagerate in locali come il CBGB, lo Studio 54, il Max's Kansas City, l'Irving Plaza...
Di lì a poco tutto si sarebbe spento, normalizzato dallo yuppismo e da Giuliani.

Chiudi

Prima di scoprire il numero 1
registrati gratis ed entra a far parte
della comunità di Sevenhits.
Potrai conoscere persone
che hanno le tue stesse passioni.

Ti piace questa lista? Clicca Hit it! per farla diventare popolare!

Ti piace?

Hit it!
- oppure -

Non è il tuo genere?

Rispondi con la tua versione

Commenta