7 liste mito

Filtra per

Le 7 regole per diventare un mito.

giancarlo

29 aprile 2014 - 20:24

2 hits 694 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

Cosa c'é alla base di un mito? Cosa ne costituisce l'essenza? Il talento, certo. Ma non solo (a volte neppure basta).
Ecco sette qualità invarianti, cioè ricorrenti in maniera più o meno costante fra i più grandi casi di uomini assurti al rango di "miti".

O, se preferite, una breve guida per chi ha una mente creativa e manie di grandezza.

Pioggia d'oro

giulia_paola

12 aprile 2013 - 10:33

1 hits 729 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

Il mito di Danae nella pittura.
Igino Astronomo nel II-III secolo d.C scrisse le Fabulae, 277 racconti di miti greci organizzati per cicli. Uno dei più famosi è il mito di Danae. La ragazza fu rinchiusa in una priogione di pietra che Giove, mutatosi in una pioggia d’oro, riuscì a penetrare giacendo con lei: da quell’amplesso nacque Perseo...

Le sette fatiche di Ercole

giulia_paola

6 aprile 2013 - 18:26

1 hits 1216 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

Le fatiche di Ercole furono in realtà dodici, vediamo se qualcuno si ricorda le cinque che io non ho scritto
L’ordine è quello utilizzato di solito dai narratori, tutti abbastanza concordi per le prime sei fatiche; più incerto l’ordine delle altre, a partire dalla settima…
(la mia fonte è stata l’ottimo testo su .liceogalvani.it/lavori-multimediali/mito/eroi/ercolefa_1.htm)

7 animali fantastici

gimoretti

5 aprile 2013 - 00:36

1 hits 3401 visite

Persone che hanno cliccato Hit it!

Il bestiario medievale era quel catalogo che rappresentava, mescolandoli, animali fantastici (alcuni ereditati dai miti greci e romani) e reali.
Ma la cosa bella è che, spesso, anche gli animali reali erano descritti in maniera fantasiosa.
E ciò non perchè non sapessero osservarli o non li conoscessero. Quanto perchè il sapere era, in realtà, altro.
Ciò che era vero non rientrava nel campo della fisica, ma della metafisica: il reale era una cosa, il vero un'altra. Così le rappresentazioni convenzionali - quelle che si vedono nei bestiari miniati - erano piú importanti e veritiere di quelle naturalistiche. Per la cultura medievale, preciso non significa vero. Del resto, cos'è una rappresentazione realistica se non una forma di rappresentazione convenzionale come tante altre?